Per scrivere alla redazione: redazione@progettocomunista.it 

luglio 2004 - n. 7 - nuova serie - anno II

 

SOMMARIO

numero speciale a 20 pagine
 
 
 
Dopo il 12-13 giugno una scelta chiara di prospettiva
Editoriale di Marco Ferrando
 
Internazionale
 
La Spagna di Zapatero
L'ultimo "Innamoramento" di Bertinotti
di Alberto Madoglio
 
Irak: l'Onu tavolo di concertazione tra gli appetiti imperialisti di Usa e Unione Europea
L'indipendenza di classe necessaria al movimento
di Francesco Ricci
 
di Antonino Marceca
 
Conoscere il passato per comprendere il presente
Dai primi del Novecento a oggi una storia di invasioni e repressione in nome della "democrazia"
di Antonino Marceca
 
 
Lotte operaie e sindacato
 
Congresso Fiom
 
La vicenda Fiat e i nuovi equilibri italiani
di Marco Veruggio
 
Prezzi "del cavolo" e alleanze "del cavolo"!
di Marco Veruggio
 
di F. Nigro, G. Di Leo, V. Giunta, M. Paparatti
 
 
Rifondazione
 
Rifondazione e governi locali: la deriva municipalista
Anche presidenzialismo e maggioritario nel tavolo di trattativa Ulivo-Rifondazione Comunista
di Valerio Torre
[per un errore di stampa l'articolo Ŕ pubblicato incompleto sul giornale]
 
Elezioni in Sardegna: il Prc abbraccia il padrone Soru
Conflitto di classe e conflitto di interessi
di Federico Angius
 
Iniziamo un viaggio tra le aree e tendenze del Prc
Tra ortodossia apparente e subalternitÓ reale al riformismo
di Ruggero Mantovani
 
 
Giovani Comunisti
 
Tra radicalismo verbale e moderatismo politico
Note sull'intervento di Bertinotti all'Assemblea nazionale dei Giovani Comunisti
di Giuseppe Guarnaccia
 
di Luca BelÓ, Nicola di Iasio, Fabiana Stefanoni
 
 
Speciale Quarta Internazionale - Il congresso di Buenos Aires
 
Un passo avanti verso la rifondazione della Quarta Internazionale
di Franco Grisolia
 
Per rifondare un'organizzazione di lotta
di Alberto Airoldi
 
Da Buenos Aires due interviste raccolte a margine della Conferenza del Mrqi
di Fabiana Stefanoni e Alberto Airoldi
 
Intervista a Savas Michael Matsas, dirigente dell'EEK
 
Intervista a Santiago Gima, dirigente dell'organizzazione giovanile del Partido Obrero
e presidente della Federazione degli Universitari di Buenos Aires